Perche’ ho licenziato la mia segretaria

Due settimane fa, in occasione del mio 45esimo compleanno, non mi sentivo troppo su. Scendo giu’ per la colazione, sapendo che mia moglie sarebbe stata carina e mi avrebbe detto “Buon Compleanno” e forse mi avrebbe anche regalato qualcosa. Lei non mi dice neanche “Buon Giorno”, per non parlare del “Buon Compleanno”. Io penso: “Beh, questo e’ quello che fanno le mogli”. I bambini se ne ricorderanno. Scendono per la colazione e non dicono una parola. Uscendo per andare in ufficio mi sentivo ancora piu’ depresso e nervoso. Entrando in ufficio, la mia segretaria, Simona, mi dice: “Buon Giorno, capo, e Buon Compleanno”. Mi sono cominciato a sentire un poco meglio, qualcuno se ne era ricordato. Lavoro fino a mezzogiorno, quando Simona bussa alla porta e mi dice: “E’ una giornata cosi’ bella fuori ed e’ il tuo compleanno, perche’ non andiamo fuori a pranzo, io e te soltanto ?!!”. Io le rispondo: “Perdio, e’ la cosa piu’ bella che ho sentito da stamattina, andiamo”. Andiamo a pranzo, non dove andiamo di solito, ma in una simpatica trattoria a conduzione familiare, in campagna. Beviamo anche un poco di buon vino e ci godiamo il pranzo. Tornando verso l’ufficio Simona mi fa: “Sai, e’ una giornata cosi’ bella, perche’ dobbiamo tornare in ufficio ? Andiamo a casa mia…”. Ovviamente le rispondo di si. Dopo essere arrivati a casa sua, beviamo un paio di whisky, fumiamo una sigaretta, e Simona mi dice: “Se non ti dispiace, credo che sia meglio se vado un momento di la’ nella stanza da letto a mettermi addosso qualcosa di piu’ comodo…”. Anche questa volta, quasi col fiatone, le rispondo: “Certo, Simona”. Lei va nella stanza da letto e ……io sicuro  di aver fatto colpo su di lei mi spoglio nudo, mi seggo in poltrona con un bicchiere di whisky e aspetto…. dopo circa sei minuti ne esce fuori … portando una immensa torta di compleanno, seguita da mia moglie ,dai miei bambini e da tutti i miei amici, mogli comprese.,  che cantavano “Tanti Auguri a te” … “Tanti Auguri a te” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *